"Insa" Mirra: "Roma? Un sogno che si è avverato"

Pro-player, indossa la maglia della squadra del suo cuore...
03.05.2017 10:17 di Fabrizio Ponciroli Twitter:   articolo letto 141 volte
"Insa" Mirra
"Insa" Mirra

Professione? Pro-player, Nicolò ''Insa'' Mirra, un ragazzo con la testa sulle spalle e le mani sul joypad. Un talento negli eSports e un contratto firmato con un club di Serie A, come cambia in poco tempo la vita di un ragazzo che insegue il suo sogno. Noi di Cartoni e Giochi abbiamo provato a raccontarvelo.

Firmi con la Roma, uno dei club più importanti d'Italia. Raccontaci soprattutto cosa hai provato quando hai ricevuto la chiamata.
''Quando confermarono l'interesse nei confronti del nostro team (me, Poacher e Aman), fu una cosa quasi surreale perché siamo a tutti gli effetti pionieri di questo ambiente e oltretutto abbiamo avuto l'occasione di esserlo con la Roma, la squadra della nostra capitale e una delle più importanti d'Italia. E' impossibile esprimere quanto sia felice di far parte questo club e di poter vestire gli stessi colori che veste il nostro capitano: Francesco Totti (il quale li veste da prima che io nascessi)''.

Tornei in giro per il mondo, sponsor importanti, un qualcosa che è in continua evoluzione. Cosa ti piace di più del tuo lavoro?
''Probabilmente è più facile dire cosa non mi piace piuttosto che dire cosa mi piace perché credo che sia tutto troppo bello. Sicuramente è fantastico poter vestire questa maglia in tornei importanti a livello internazionale, in giro per il mondo, come successo recentemente al The Intercontinentals 2017 su FIFA Online 3, a Bangkok ma è altrettanto incredibile poter far parte di questa famiglia e di vivere moltissime esperienze con loro, come quando siamo stati a Trigoria con la squadra o come quando sono stato a Londra nel Fnatic Bunkr per l'evento di eChampions. Potrei andare avanti ore ma credetemi, ne vale la pena''.

Tanti campionati e tanti premi vinti, ora arrivano anche riconoscimenti per il tuo talento. Qual è l'evento che ti ha dato maggior soddisfazione in questo mondo?
''Togliendo la prima vittoria in lan e quindi la prima soddisfazione, sicuramente The Intercontinentals 2017 perché non avevo mai avuto l'occasione di partecipare a un mondiale e nonostante sia stato su una versione di FIFA diversa, è stata un'occasione unica perché giocare sul main stage, davanti a un pubblico di migliaia di persone, con una production di altissimo livello, vestendo la maglia della Roma e con il supporto che gli organizzatori dell'evento ti davano, mi ha lasciato davvero solo bei ricordi. Al proposito vi consiglio di dare un'occhiata al mio canale perché sto iniziando adesso a caricare i video dell'evento''.

Quanto ti sei divertito a giocare con giocatori del club giallorosso a Fifa. Chi è il più forte?
''Per ora ho avuto l'occasione di passare del tempo con l'intera squadra, più di una volta ma non ho potuto sfidarli o giocare assieme a tutti però mi son trovato molto bene a giocare con El Sha. Szczesny invece è un tipo molto, molto competitivo, dopo aver perso la prima con noi, non si è arreso finché non è tornato alla vittoria!''.

Chiudendo una domanda che sembra banale ma forse non lo è, torni a casa e dici alla tua famiglia: ''Nella vità giocherò a Fifa''. Come l'hanno presa?
''Diciamo che ho iniziato ad abituare i miei genitori e la mia famiglia a questo ambiente, circa 10 anni fa. Prima di giocare a FIFA, ero un player competitivo di Gears of War, grazie alla quale ottenni i miei primi risultati a livello italiano (ai campionati italiani di Personal Gamer) e remunerativi a livello lavorativo (lavorai alla campagna di lancio di Gears of War Judgment con TheHookCom e Xbox Italia). Dopodiché la strada è stata tutta in ascesa, sia a livello di eventi che a livello lavorativo, col tempo ho imparato anche a inserire l'interesse di eventuali sponsors e partners con cui lavorare in una direzione comune e senza accorgersene, siamo arrivati dove siamo. Per loro è normale oramai, si sono abituati e vedono quante opportunità io abbia e abbia avuto grazie all'eSports. Per loro è normale oramai, si sono abituati e vedono quante opportunità io abbia e abbia avuto grazie all'eSports.''.

Si ringrazia Nicolò Mirra per la disponibilità concessa.

Per restare in contatto con "Insa" Mirra:
Roma eSports Twitter: https://twitter.com/RomaeSports
Roma Insa Twitter: https://twitter.com/Roma_Insa
Roma Insa FB: https://www.facebook.com/TheInsaneRises/
Roma Insa Twitch: https://www.twitch.tv/theinsanerises
Roma Insa Youtube: https://www.youtube.com/c/RomaInsa